Comune di Vieste – Il Bilancio di previsione 2014 (2)

L’IMPOSTA DI SOGGIORNO NON È UTILIZZATA PER SPESE DEL SETTORE TURISTICO
Dalla sua istituzione (2012) il comune di Vieste ha incassato dall’imposta di soggiorno circa € 650 mila/anno, così destinata:
Uscita di bilancio (spesa) ANNO 2012 ANNO 2013 ANNO 2014
Servizi culturali e valorizzazione tradizioni locali 149.128,10 105.000,00 134.000,00
Manifestazioni turistiche e sportive 195.144,30 145.000,00 148.000,00
Verde pubblico, valorizzazione e decoro urbano 170.536,20 195.096,55 163.000,00
Trasporto turistico 103.878,00 180.000,00 180.000,00
Sicurezza ed efficientamento viabilità 25.000,00 35.000,00 35.000,00
TOTALE 643.686,60 660.096,55 660.000,00
Le uscite degli anni precedenti (dal 2007 al 2011) per gli stessi capitoli di spesa è stata mediamente di € 515 mila/anno.
L’imposta di soggiorno nella nostra città ha indotto una maggiore spesa per i capitoli su indicati di circa € 150 mila/anno.
La spesa del verde pubblico è stata ridotta, da € 195 mila del 2012 ad € 163 mila del 2014, per far fronte al Piano di rientro richiesto dalla Corte dei Conti. E’ ovvio che la riduzione di spesa (nel 2013 coperta da fondi vincolati) verrà utilizzata per altri scopi.
La spesa per manifestazioni turistiche e sportive è diminuita rispetto al triennio 2008/2010 (media annua di € 242 mila).
Nel prendere atto della gestione molto approssimativa dell’imposta di soggiorno, non si può tollerare che la spesa per manifestazioni turistiche e sportive per verde pubblico registri una variazione negativa (diminuzione) rispetto agli anni precedenti.

commenta

Comune di Vieste: Il Bilancio di previsione 2014 é carente

CHIEDO CON URGENZA GLI ATTI SUGLI OBIETTIVI GESTIONALI DELLA SOCIETÀ PARTECIPATA AURORA – PORTO TURISTICO DI VIESTE SPA CON RELATIVI REPORTS INFRANNUALI

Il Bilancio di previsione 2014 del Comune di Vieste non riporta nella Relazione Previsionale e Programmatica gli obiettivi gestionali a cui deve tendere la società partecipata AURORA – Porto Turistico di Vieste SpA.
Questa misura di programmazione, necessaria per verificare il raggiungimento degli obiettivi da parte degli amministratori nominati dal Comune, è prevista anche dal Regolamento comunale del Sistema dei Controlli Interni, che all’art.18 prevede i seguenti controlli sulla società partecipata AURORA – Porto Turistico di Vieste SpA:
1.Per l’effettuazione del controllo sulla società partecipata AURORA, il Comune definisce preventivamente, nella Relazione Previsionale e Programmatica, gli obiettivi gestionali a cui deve tendere la società.
2.Alla società soggetta ai controlli del presente articolo sono richieste le previsioni in ordine all’andamento economico e alle performance, oltre a report periodici sull’andamento della gestione.
3. L’organo di controllo interno, individuato nel dirigente del settore economico-finanziario, sulla base degli elementi ricevuti, redige almeno un report infrannuale che viene trasmesso al Sindaco, alla Giunta e ai consiglieri comunali.
Altra omissione da parte del Comune di Vieste è quella di non aver redatto il report infrannuale, da me richiesto sin dal mese di marzo 2014.
Durante la Commissione consiliare del 29/08/2014 il Consigliere delegato al Porto ha precisato che il report è stato trasmesso a Lei e che nelle riunioni societarie – a cui partecipa insieme al Sindaco – si è discusso dello stesso; mentre il Responsabile del Settore economico-finanziario ha attestato in data 22 agosto u.s. che benché sia stata richiesta nel mese di marzo 2014 tutta la documentazione al fine di poter redigere il report, nulla ha ricevuto dalla società partecipata.
Chiedo all’Assessore al Bilancio ed ai responsabili del Controllo Interno e del Settore Economico-finanziario di porre rimedio a queste omissioni con la massima urgenza per documentare i Consiglieri su atti fondamentali del Bilancio di previsione, allo stato incompleto.
Documento pubblicato su www.mauroclemente.it.
Mauro Clemente Consigliere Comunale

45 – MODIF REGOLM INTERNO 08.08
45 – ALLEGATO

commenta