Comune di Vieste – Il Bilancio di previsione 2014 (3)

CHIEDO UNA MODIFICA DEL BILANCIO PER TENERE CONTO DI SPESE CONOSCIUTE

Il Bilancio di previsione 2014 del Comune di Vieste riporta Transazioni (uscite) per € 1.066.080.
Dal 2007 al 2014 le spese per transazioni sono pari a circa € 6 milioni con una media annuale di circa € 750.000 (2013/€ 1.316.041; 2014/€ 1.066.080), a fronte di uscite annuali complessive di circa € 14 milioni. Le transazioni hanno inciso in media per oltre il 5% sulle spese complessive, incidenza che è aumentata negli ultimi anni per raggiungere quasi il 10%.
Il capitolo delle transazioni rappresenta una FUNZIONE della spesa corrente più che un capitolo della FUNZIONE GENERALE.
Nel bilancio 2013 non sono state inserite uscite per oltre € 1 milione, che sono state coperte nel 2014 con il capitolo delle transazioni (rate di tre anni). Infatti, in data 13/05/2014, lo stesso giorno di approvazione del rendiconto 2013, sono stati riconosciuti debiti fuori bilancio per transazioni di € 881.920,53 (Deliberazione di C.C. n. 9-10/2014); altra proposta di delibera di riconoscimento di debiti fuori bilancio per € 136.192,74 è stata ritirata (prestazioni riguardanti interventi indifferibili nella conduzione della discarica comunale di RSU).
Queste spese erano ben conosciute sin dall’approvazione del bilancio di previsione 2013 poiché riportate in relazioni ufficiali dei Responsabili di Servizio e dell’Assessore ai servizi sociali.
Anche per quest’anno è stato redatto un bilancio di previsione che non tiene conto di spese conosciute.
Dagli atti ricevuti risulta che agli inizi di luglio risultano depositate Sentenze esecutive della Commissione Tributaria Provinciale di Foggia per rimborsi TARSU, il cui importo complessivo è di oltre € 600 mila.
In data odierna è pervenuta ai Consiglieri una nota legale dalla quale risulta un debito del Comune di Vieste per Sentenze definitive di circa € 150 mila.
La consuetudine di non inserire spese in bilancio e di gonfiare (aumentare) le entrate è tipica di un soggetto che si trova indebitato oltre le proprie possibilità.
Il Regolamento di contabilità (art.70) prevede che la Ragioneria provvede alla verifica, durante tutto il corso dell’esercizio, della sussistenza dei requisiti di equilibrio dandone comunicazione bimestrale al Sindaco, al Presidente del Consiglio, all’Organo di revisione e al Segretario.

09 – RICON DFB SERVIZI SOCIALI 13.05
10 – RICON DFS MANUTENZIONI 13.05

commenta

Comune di Vieste – Il Bilancio di previsione 2014 (2)

L’IMPOSTA DI SOGGIORNO NON È UTILIZZATA PER SPESE DEL SETTORE TURISTICO
Dalla sua istituzione (2012) il comune di Vieste ha incassato dall’imposta di soggiorno circa € 650 mila/anno, così destinata:
Uscita di bilancio (spesa) ANNO 2012 ANNO 2013 ANNO 2014
Servizi culturali e valorizzazione tradizioni locali 149.128,10 105.000,00 134.000,00
Manifestazioni turistiche e sportive 195.144,30 145.000,00 148.000,00
Verde pubblico, valorizzazione e decoro urbano 170.536,20 195.096,55 163.000,00
Trasporto turistico 103.878,00 180.000,00 180.000,00
Sicurezza ed efficientamento viabilità 25.000,00 35.000,00 35.000,00
TOTALE 643.686,60 660.096,55 660.000,00
Le uscite degli anni precedenti (dal 2007 al 2011) per gli stessi capitoli di spesa è stata mediamente di € 515 mila/anno.
L’imposta di soggiorno nella nostra città ha indotto una maggiore spesa per i capitoli su indicati di circa € 150 mila/anno.
La spesa del verde pubblico è stata ridotta, da € 195 mila del 2012 ad € 163 mila del 2014, per far fronte al Piano di rientro richiesto dalla Corte dei Conti. E’ ovvio che la riduzione di spesa (nel 2013 coperta da fondi vincolati) verrà utilizzata per altri scopi.
La spesa per manifestazioni turistiche e sportive è diminuita rispetto al triennio 2008/2010 (media annua di € 242 mila).
Nel prendere atto della gestione molto approssimativa dell’imposta di soggiorno, non si può tollerare che la spesa per manifestazioni turistiche e sportive per verde pubblico registri una variazione negativa (diminuzione) rispetto agli anni precedenti.

commenta